Paolo Pirani

Cresciuta negli anni ‘40 a Philadelphia, Mary Ellen Mark ha attraversato la sua vita come fotografa lavorando sia per servizi commerciali, che sul set cinematografici. I suoi scatti più affascinanti però, e quelli che la hanno resa una delle più grandi del mondo del foto documentario, sono quelli dedicati alle vite ai margini.

Sono interessata alle persone borderline. Provo affinità con coloro che non hanno sfondato nella nostra società. Quello che voglio fare più di ogni altra cosa è riconoscere la loro esistenza”. Per farlo Mary Ellen Mark ha catturato in scatti in bianco e nero la vita di strada nelle metropoli americane, i bordelli di New Delhi, la solitudine e l’oppressione che ha ritrovato ovunque nel mondo. Sul finire della sua carriera -è morta nel 2015- si lamentava di come oggi fosse molto più difficile trovare interesse per la sua fotografia. Già in un’intervista nell’ormai lontano ‘87 notava che “la maggior parte dei magazine vogliono soluzioni semplici – immagini che siano semplici da guardare e che non pongono alcuna domanda”; certamente non il suo stile!

Credits by: Mary Ellen Mark

3 Condivisioni