Marco, il fotografo di @napasseggiata

“Mi piace pensare di poter regalare tramite una foto un brivido lungo la schiena.”

Quando e come hai scoperto la fotografia? Cosa ti ha conquistato di questa?

La prima volta che ho visto una macchina fotografica era tra le mani di mio padre, è sicuramente grazie lui che ho cominciato sin da bambino ad avere interesse per la fotografia. La vera conquista è stata quando sono partito per l’Australia , lavorando sodo ho comprato la mia prima macchina fotografica professionale ed ho incominciato a documentare la mia esperienza.

Come nasce il tuo progetto su Instagram Napasseggiata? A cosa miri?

Le origini sono state quando mi sono avvicinato alla Street Photography per la prima volta. Sono sempre stato un tipo a cui piaceva molto camminare e perdersi tra i vicoli di Roma. Così ho unito entrambe le cose ed ho incominciato a fotografare i momenti che attiravano la mia curiosità.

Cosa ti porta nei luoghi che fotografi? Esci totalmente “senza piani” o organizzi minimamente le tue uscite? Cerchi qualcosa o lo trovi di volta in volta?

Di solito scelgo una zona di partenza  ed incomincio a camminare senza una meta stabilita. Tutto è dettato dalla casualità degli eventi che incontro nel cammino.

In un tuo post hai scritto “Prendetevi un giorno con voi stessi, scegliete una città che non avete mai visitato ( se siete indecisi tirate a sorte come ho fatto io) e fate uscire fuori la gioia della scoperta.Prendersi del tempo è un dono prezioso.” Che ruolo gioca la fotografia in questa tua attitudine all’esplorazione come gioia? Come ti aiuta uscire con la macchina fotografica?

Quando prendo in mano la macchina fotografica dimentico tutto il resto, riesco a trovare una combinazione di sensazioni che mi da un senso di gioia. È il mio giardino zen dove riesco a sgombrare la testa dai mie pensieri e dalle mie paure. Mi è servito ad uscire piano piano dalla confort zone, di misurarmi con me stesso e confrontarmi con situazioni a me sconosciute.

Se dovessi trovare un filo comune ai tuoi scatti, quale sarebbe?

Senza dubbio le emozioni. Tutte le immagini che vedo catturate dal mio mirino rappresentano la mia voglia di trovare il perfetto equilibrio tra emozione e sentimento. Mi piace pensare di poter regalare tramite una foto un brivido lungo la schiena.

Come approcci le persone che fotografi? Scatti apertamente o ti capita anche di “rubare” delle foto? Che rapporto cerchi con gli sconosciuti che diventano i tuoi soggetti?

Il 99% delle volte fotografo senza farmi vedere. È il segreto per ottenere tutta la spontaneità di un gesto o di un’espressione. Quando ho iniziato desideravo che qualcuno si ritrovasse per caso nella mia pagina e che entusiasta mi chiedesse la foto. È successo numerose volte e questo è il traguardo più grande!

Hai in mente di realizzare progetti più lunghi? Ti senti in qualche modo limitato nello scatto singolo?

Sicuramente vorrei fare qualche progetto legato a qualche viaggio. Per quanto mi piaccia fotografare nella mia città sento l’esigenza di scoprire luoghi e raccontare storie sempre nuove.

Come vedi evolvere il tuo progetto Napasseggiata?

Oltre a crescere e migliorarmi sempre di più, mi piacerebbe anche staccarmi un po’ dai social. Un obbiettivo nel futuro è sicuramente crearmi la possibilità di fare qualche mostra.

C’è un artista che ti ispira particolarmente? In che modo?

Ho iniziato a trarre ispirazione sicuramente da Alex Webb, ma senza citare altri mostri sacri del passato mi viene in mente sicuramente il profilo Instagram  “Heroes for Sale”. È stato decisamente lo slancio per iniziare questo progetto.

Un fotografo -magari emergente- che vuoi consigliare a chi legge?

Mi viene in mente Davide Ventrella, lo seguo praticamente da quando sono approdato su Instagram, mi piace molto il suo stile.

Grazie del tuo tempo! Vuoi aggiungere qualcosa?

Grazie a voi è stato un vero piacere rispondere alle vostre domande.

Credits: Marco @napasseggiata

Ecco alcuni contatti per seguire tutti i suoi lavori:

Instagram: https://www.instagram.com/napasseggiata/

0 Condivisioni

GALLERY